Lady Bird_Saoirse Ronan_foto dal film 6

Al cinema da oggi il film di culto del 2018: Lady bird, con cui Greta Gerwig si rivela una nuova, audace voce cinematografica con il suo debutto alla regia, facendo emergere sia l’umorismo che il pathos nel legame turbolento tra una madre e la figlia adolescente.

 

In Lady Bird Christine “Lady Bird” McPherson (Saoirse Ronan) combatte, ma è esattamente come sua madre (Laurie Metcalf): selvaggia, profondamente supponente e determinata, un’infermiera che lavora instancabilmente per mantenere a galla la sua famiglia dopo che il padre (Tracy Letts) perde il lavoro. Ambientato a Sacramento, California, nel 2002, in un panorama economico americano che cambia rapidamente, Lady Bird è uno sguardo commovente sulle relazioni che ci formano, le credenze che ci definiscono e l’ineguagliabile bellezza di un luogo chiamato casa.

 

“Sono cresciuta a Sacramento e amo Sacramento, per cui la spinta iniziale a fare questo film è stato il desiderio di scrivere una lettera d’amore ad un luogo che sono riuscita a mettere a fuoco solo dopo essermene andata.” Afferma la Gerwig.
“È difficile rendersi conto della profondità del proprio amore quando hai sedici anni e sei piuttosto sicura che la ‘vita’ sia altrove. Nessuno degli eventi del film è successo veramente, c’è però un fondo di verità che è legato a una sensazione di casa, di infanzia e di partenza.”

 

Lady Bird, che sta facendo il pieno di premi e riconoscimenti in giro per il mondo ed è candidata a 5 premi Oscar (Miglior Film, Migliore Attrice, Migliore Attrice Non Protagonista, Miglior Regia e Miglior Sceneggiatura Non Originale) è al cinema da oggi, 1 marzo, distribuito da Universal Pictures International Italy.

 

 

 

 

 

 

SCOPRI IL FILM SUI SOCIAL NETWORK:
Facebook: www.facebook.com/FocusFeaturesIT
Twitter: https://twitter.com/FocusFeaturesIT
Instagram: https://www.instagram.com/focusfeaturesit

Partecipa alla conversazione sui social: #LadyBird