vittoria 1

Dopo aver convinto pubblico e critica della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia cinque anni fa con Philomena, Stephen Frears è tornato al Lido da vincitore presentando, nella sezione Fuori Concorso, Vittoria e Abdul, nuova, straordinaria proposta del regista britannico che arriverà nei cinema ad ottobre grazie a Universal Pictures.

Vittoria e Abdul narra una straordinaria storia vera: quella della nascita dell’inusuale amicizia tra un giovane commesso indiano e la Regina del Regno Unito. Durante gli ultimi anni dell’incredibile regno della Regina Vittoria, il giovane commesso Abdul Karim si mette in viaggio dall’India per partecipare al Giubileo d’oro: non può immaginare, tuttavia, che presto si ritroverà nelle grazie della Regina stessa. I due instaurano così un’improbabile e devota alleanza, mostrando una lealtà reciproca che la famiglia e la cerchia ristretta della Regina cercano di distruggere. Mentre la loro amicizia si intensifica, Vittoria comincia a vedere un mondo in evoluzione con occhi diversi, mostrando con gioia la sua umanità.

A presentare la pellicola sono sbarcati al Lido, insieme al regista, anche gli interpreti principali della pellicola: il Premio Oscar Judi Dench (la Regina Vittoria), Ali Fazal (Abdul Karim) e Eddie Izzard (Bertie, il Principe del Galles), accolti con affetto dal pubblico e benvoluti da giornalisti e fotografi. Particolarmente interessante la conferenza stampa post-proiezione: Judi Dench, che torna a collaborare con Frears proprio dopo Philomena, riprende i regali panni della Regina Vittoria, da lei indossati anche in La mia regina: “Provo grande affetto per questo ruolo, perché non ha avuto una carriera cinematografica prima de La mia Regina. Non mi aspettavo di interpretarla ancora, ma questa storia particolare mi ha permesso di dare una sorta di continuità. Penso che la sceneggiatura sia meravigliosa. E racconta una bellissima storia.”

L’altro capo del legame tra la Regina e Abdul è, per l’appunto, l’interprete del co-protagonista, Ali Fazal, galvanizzato da questa opportunità: “Ognuno stimolava l’altro intellettualmente. Potrebbe essere amicizia, potrebbe essere amore. Potrebbe essere un rapporto madre-figlio. Era in realtà molte cose diverse.”

Stephen Frears, che ha avuto nella sua carriera l’opportunità di dirigere film di diverso genere e di essere nominato agli Oscar ben due volte, prima con Rischiose abitudini e poi con The Queen – La regina, ha aggiunto, tra le altre cose: “Direi che sono stato fortunato a vedermi offrire questo film. Penso sia una bellissima storia in questo momento del XXI secolo. Ovviamente era una pellicola che aveva intenzione di essere divertente. E ho pensato: quale film vedrebbe con più piacere Donald Trump?”

Vittoria e Abdul sarà nei cinema dal prossimo 26 ottobre.
SCOPRI IL FILM SUI SOCIAL NETWORK:
Facebook: www.facebook.com/FocusFeaturesIT
Twitter: twitter.com/UniversalPicsIt

Partecipa alla conversazione:
#VittoriaEAbdul